LOGBOOK USA: 6 MONTHS

9 marzo 2019: 6 mesi. Come mi sento dopo aver speso esattamente 6 mesi in Florida? Pronta per spenderne altri 6, o anche altri 12.

Perfettamente integrata nelle americanate quotidiane – esempio andare in giro con la nuova decapottabile di Sandy.

Un bellissimo viaggio fatto di recente per il compleanno di Sandy e’ stato Nashville, citta’ patria della musica country, Elvis Presley e del Jack Daniels.

IMG-20190303-WA0007

E nella citta’ del whisky non e’ mancata la visita ad una distilleria, la Green Brier Distillery, in cui oltre a bere shots, abbiamo anche ricevuto qualche accenno al processo di produzione del distillato per eccellenza.

Innanzittutto vengono trattati i cereali – principalmente orzo – per rendere piu’ solubili gli amidi dei semi. L’orzo e’ immerso in acqua fresca, poi lasciato ad essiccare. In seguito si macina l’orzo e lo si immerge in acqua calda cosi’ gli amidi contenuti nell’orzo si sciolgono e gli enzimi trasformano gli amidi in zuccheri, ottenendo il mosto. Il mosto va fatto fermentare con acqua e lieviti cosi da trasfromare lo zucchero in anidride carbonica e alcool. Una volta ottenuta questa sorta di birra, comincia la  distillazione, a circa 100 gradi all’interno del distillatore. Infine la maturazione, che da il colpo finale per il gusto e l’odore.

Non sono una fan del whisky, amo il vino rosso e la birra. Ma e’ assolutamete da provare il whisky Louisa’s, in onore della moglie di Charles Nelson, colui che ha aperto la distilleria diventando uno dei piu’ grandi produttori di whiskey negli USA fino all’epoca del proibizionismo e il primo a produrre ed imbottigliare whiskey.

IMG-20190302-WA0154

Nashville pero’ e’ da associare principalmente alla musica, citta’ palcoscenico di artisti come Johhny Cash, Bob Dylan e del re del rock and roll, Elvis Presley, grazie al quale si deve la nascita in Italia di cantanti quali Adriano Celentano, Little Tony e Bobby Solo.

A Nashville c’e’ quello che e’ considerato il vero e proprio tempio della musica country, il Grand Ole Opry.

IMG-20190303-WA0017

La musica e’ letteralmente dappertutto per la citta’, anche in aereoporto.

20190303_173642

La strada principale, la Broadway, e’ incredibile. Costellata di locali, uno piu’ caratteristico e carino dell’altro, con musica dal vivo praticamente tutto il giorno e la notte. Band che cantano e vengono pagati in mancie dagli spettatori.

20190311_10412520190302_14062220190302_152555

La maggior parte dei locali sono chiamati Honky-Tonky, termine che indica sia un genere musicale (boogie-woggie, di derivazione country) sia una tipologia di bar solitamente frequentato da “bianchi” e con annessa pista da ballo e pianoforte.

20190302_002111

Ci sono anche localy fancy e trendy, non solo country. E a riprova della potenziale chiccosita’ di questi locali, ecco un meritevole water.

IMG-20190302-WA0155

Sembra una continua area di festa e allegria, mista ad una costante ubriachezza con sfondo musicale. La musica non e’ per nulla commerciale, ma quella country, stile cowboy e stivali di pelle.

Altra esperienza da immortalare e’ stato il noleggio di monopattini elettrici. Facili da prenotare, con l’app Uber scannerizzando semplicemente il codice a barre dall’app , ed economici. I primi 15 minuti gratis e poi un costo di pochi centesimi al minuto. Divertenti da guidare e manegevoli, parcheggiabili ovunque per il centro citta’, una rivoluzione.

Ed Anche a Nashville si riconferma la passione americana di fare file.  Da un lato le ore passate in aereoporto a causa dei ritardi di tutti i voli per la tempesta ed i morti in Alabama.

IMG-20190303-WA0050

Dall’altro lato, in tutti i locali per fare il brunch c’e’ una fila imbarazzante; ma ce n’e’ uno di locale in particolare che e’ costantemente sotto attacco dalle 7 del mattino: Biscuit Love.20190302_104331

Persone in fila per ore, anche sotto dalla pioggia (il locale provvede ombrelli agli eroi in fila), per mangiare le specialita’ americane quali: bon bon zuccherosi, – pan biscotto, tipico paninotto americano (di solito riempito di pollo) accompagnato da patate fritte, omelette e avocado toast.

Infine la street art a Nashvile e’ davvero interessante, non solo nei murales ma anche nei dettagli.

20190302_134248

Ovviament si beve a dismisura, come riprovano le pedal tavern (taverne mobili che avanzano a suon di musica e pedalate dei passeggeri che pedalano e bevono) e bus tour per la citta’ a suon di musica e birra.

Oltre ai 3 giorni in Nashville, ci sono stati anche altri eventi/momenti da condividere.

  • Il Grand Prix a St. Petesburg, un’esperienza a dir poco fantastica ed eccitante. Ogni gara e’ emozionante da seguire, e purtroppo anche il momento degli incidenti da una certa adrenalina. Per non parlare dell’affascinante e velocissimo cambio ruote che dura si e no 10 secondi. Cambio di ruote in 4 secondi, da far venire l’ansia solo a vederlo. Si aspettava con ansia Fernando Alonso, ma non si‘ presentato. E’ stato comunque un evento che merita, e soprattutto a St Petesburg, con tanto sole e vista mare e le macchine che gareggiano costeggiando il porto della citta’.
  • Il Capodanno cinese – quest’anno e’ l’anno del maiale –  il 5 febbraio 2019, una delle più importanti e maggiormente sentite festività tradizionali cinesi. Detto anche Capodanno lunare, coincidendo con la luna nuova dopo il solstizio d’inverno. Il calendario cinese lunisolare prevede che ogni mese inizi con il novilunio. L’origine del Capodanno cinese risale ad una leggenda di un tempo lontano, nel quale viveva in Cina (negli abissi marini o in montagna) il mostro Nian che, una volta all’anno, usciva dal suo nascondiglio alla caccia di umani e di bambini in particolare. La leggenda narra il mostro aveva solo due punti deboli: il rosso ed i rumori forti. Per questo motivo il rosso è diventato il colore del capodanno cinese e la tradizione prevede molte attività “rumorose”, come canti, balli, musica, fuochi d’artificio e petardi: famose la danza del leone e la festa delle lanterne. Noi a Tampa abbiamo festeggiato un po’ meno in grande, ma in modo molto sentito.  A cena fuori la notte di “Capodanno” e il pranzo a casa il giorno di Capodanno, a base di dumplings cioe’ ravioli cinesi fatti in casa. I miei rigorosamente ripieni di verdure speziate. Buonissimi e divertenti da fare in casa.
  • Il Super bowl, il principale avvenimento sportivo dell’anno degli Stati Uniti. E’ la finale della lega di football americano professionaistico. La partita dura ore, e’ infinita. I fans sono davvero appassionati, ma e’ impossibile prestare attenzione come in una partita di calcio. Innumerevoli pubblicita’, una ogni circa 30/60 secondi, che vale milioni di dollari l’una. Una cosa incredibile e’ che ogni pubblicita’ personalizzata per l’evento del super bowl. La parte piu’ importante dell’evento e’ essere riuniti tutti insieme e guardare il match. Il nostro mega boss ci ha invitato tutti nella sua umile dimora composta da piscina interna privata, a mo’ di salottino, e almeno 5 bagni. Non abbiamo osato contare il numero di camere da letto! Partita noiosa, ma esperienza da vivere.

Con affetto,

Marti

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...