LOGBOOK USA: THIRTEENTH WEEK

Guido da quasi 10 anni, mai fatto un incidente in macchina (ho detto in macchina, non in motorino!).

Ed ecco che la mia tredicesima settimana negli USA non potevo che fare una delle mie genialate, difficili da dimenticare.

Il mio adorato collega dal Nepal, che vive in USA da 10 anni, si e’ immediatamente omologato apprendendo il meglio dello stile di vita americano e cioe’ che la macchina e’ rigorosamente a cambio automatico. Addirittura l’esame di guida, fatto da me in prima persona, qui si fa con una macchina a cambio automatico (che e’ come guidare un go kart)  e per quei pochi in American che decidono di provare un’esperienza esotica chiedendo l’abilitazione alla guida di una macchina a cambio manuale, deve essere esplicitamente scritto sulla patente e l’esame pratico va fatto con il cambio manuale. Non e’ il caso del mio collega, che, nonostante la sua impronta Americana alla guida, ha deciso di andare in Portogallo per le vacanze di Natale e di noleggiare una macchina a cambio manuale (che  per noi e’ la norma, per lui e’ la stravaganza a basso costo da provare in Europa). Ovviamente non ha la minima idea di come guidare una macchina a cambio manuale. Pertanto, da qualche settimana, sono la sua insegnante di guida, in cambio di lezioni di tennis.

Foto tennist

Apro una parentesi sul tennis: a Tampa e’ stata la seconda volta nella mia vita che ho provato a giocare. La prima volta ho giocato con l’idiota come insegnante in dei campi in quel bel pezzo di terra italiana che puzza di sterco. Non era andata male, ma forse il mio insegnante di allora non era il massimo, sicuramente non in termini di fisico da giocatore oltre che cervello da criceto. Qui a Tampa devo dire che ho sovraperformato! Sara’ che il mio collega e’ un vero giocatore di tennis, sara’ che sono piu’ allenata fisicamente, ma giocare a tennis mi e’ risultato molto naturale. Sono riuscita a andare praticamente su ogni pallina. Poi che non la colpivo nel modo giusto, questo e’ un altro discorso!  Ma mi hanno detto che gioco proprio bene per essere la seconda volta in assoluto.

Ritornando al mio sesto senso da volpe, nel momento in cui il mio studente di guida mi ha chiesto di provare a lasciargli la macchina per un paio di giorni da solo, non ci ho riflettutto nemmeno un secondo che gia’ ero alla guida del suo mega truck/jeeppone automatico lasciatomi in cambio.

Arriva la fatidica chiamata. “Hei, ciao, sono bloccato nel bel mezzo dell’autostrada, sono in mezzo alle corsie e non so far ripartire piu’ la macchina ed e’ trafficatissimo qui”. Bene, arrivo. Dove sei? Gli chiedo.  Sono a Westshore. Ora..dire di essere in Westshore equivale a dire sono in zona metro gialla. Cioe’ nulla. Mandami la posizione su Whatsapp, gli chiedo per essere sicura di trovarlo. Certo, risponde. E riattacca.

La posizione su Whatsapp non arriva, lo provo a chiamare, ma non risponde. Mando messaggi, ma nulla. E allora mi sale il panico, comincio a guidare come una pazza per quest’area chiamata Westshore, ma senza trovarlo. Giro e giro intorno, ma nulla. Non lo trovo, ne’ mi risponde piu’ al telefono. Dopo mezz’ora di ricercar, mi richiama e mi fa presente che in America non si usa Whatsapp, lui lo usa solo con noi colleghi e non e’ in grado di condividere la posizione…… Sta bene, mi rassicura, e mi dice che ha una brutta notizia pero’. Quando sono riuscita finalmente a trovarlo, era li’ sul ciglio della strada con la mia povera Fiat 500 Annabella, macchinina tanto nuova e gia’ tanto affezionata. Addio alla facciata frontale, e’ da cambiare. Cosa era successo durante la mezz’ora in cui non lo trovavo? Si e’ impanicato nel traffico di Tampa, e non riusciva piu’ a cambiare marcia dalla tensione o a far ripartire la macchina e con la fila di machine accumulatasi dietro di lui, ha acceso e spento la macchina cosi’ tante volte che la batteria si e’ scaricata. Questo il momento in cui mi ha chiamato. Macchina ferma senza batteria nel mezzo dell’autostrada. Dopodiche’ ha deciso di provare, sempre nel bel mezzo dell’autostrada, a spostare la macchina viste le condizioni alquanto pericolose. E nel farlo, due ragazzi con un camion dotato degli attrezzi per la rimozione (non mi viene il nome in italiano) si sono fermati ad aiutarlo e l’hanno trainato fino al ciglio della strada. Fino a qui tutto abbastanza bene, se non fosse che invece di premere il freno una volta terminato il traino, ha premuto la frizione andando completamente a sbattere con il camion soccorritore distruggendo la parte frontale della macchina! Ma si puo? Rischi la vita fermandoti in mezzo all’autostrada, rimani li bloccato con il rischio che chiunque possa tamponarti o travolgere, e distruggi la macchina nel momento in cui ti trascinano a bordo della strada?! Assurdo. Quando ho trovato il mio collega, la macchina non e’ ripartita quindi abbiamo chiamato un amico che e’ andato a comprare un cavo per collegare le batterie delle machine e dopo una mezz’ora e’ arrivato e l’abbiamo fatta ripartire!

F20181207_19052620181206_195929

Ora, la macchina non e’ proprio distrutta, ma la fara’ riparare comunque prima di rivenderla.

L’importante e’ che non ci arrabbiamo, diventiamo tutti piu’ buoni perche’ anche qui sta arrivando Natale. Non abbiamo 3 metri di albero e luci alla De Luca, ma ci difendiamo bene anche con il nostro alberello di Tampa, che hanno illuminato per la prima volta sabato pomeriggio, dando vita ad un evento pubblicizzato pou di una finale di champions league.

20181201_204636

Ci sarebbero anche altre cose da raccontare della trediceesima settimana, ma penso che questo episodio abbia assorbito tutto il resto!

Vale la pena pero’ – quantomeno per me – condividere una foto del cielo mattutino scattata durante il mio jogging quotidiano. E’ Venere, e nei primi giorni di dicembre, all’interno della costellazione della Vergine, raggiunge il suo massimo splendore e sembra una stella a tutti gli effetti.

20181203_061952

Con affetto,

Marti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...